Pompe funebri Girolamo Cera 1891

Storia

La ditta CERA nasce come falegnameria sul finire dell'800 ad opera di Girolamo Cera. La sede è in contrà Mure Pallamaio.

Alla fine del secolo XIX il centro di Vicenza è un pullulare di imprese artigiane che nascono e si sviluppano in accordo al bisogno generale di crescita di una città che da prevalentemente rurale sta pian piano ponendo le basi per il passaggio industriale che oggi conosciamo.

In questo contesto artigianale di origine, la falegnameria CERA si occupa principalmente della creazione di mobili per la casa, della ristrutturazione e costruzione di pavimenti lignei, della costruzione di mobili per gli uffici pubblici e le scuole e anche della produzione di casse da morto. Ben presto la ditta allarga il suo operato provvedendo anche alla gestione completa del funerale e per diversi anni mantiene in sé la duplice anima di falegnameria e di impresa funebre. Prima del primo evento bellico mondiale, sposta la sua sede in contrà Santi Apostoli, ove è tuttora.

Gli eventi sociali ed economici la portano negli anni a seguire a dedicarsi esclusivamente alle pompe funebri e alla fabbricazione dei cofani funebri che, in quei tempi, erano vere e proprie opere di intaglio ed ebanisteria.

FOTO 2

È questa l'epoca in cui Girolamo Cera acquista un'ambulanza G.M.G. inglese residuato bellico della prima guerra mondiale e la trasforma in autofunebre, con tanto di fari al carburo.

Nei primi del '900 entrano a far parte dell'impresa i figli di Girolamo: Livio e Gino.
Ora le pompe funebri sono gestite dal nipote Tino e dal pronipote Igino.